Il CAI di Aprilia a Canazei per il trekking estivo

Entusiasmante settimana in Val di Fassa!

Un bilancio positivo quello del CAI di Aprilia che con la conclusione della settimana in Val di Fassa dal 23 al 30 luglio interrompe le sue attività per una breve pausa. Il consueto appuntamento con il trekking estivo ha portato soci e simpatizzanti su alcune delle vette più belle e famose delle Dolomiti. Sette giorni che hanno permesso a oltre cinquanta soci di godere di meravigliose escursioni, sfruttando i numerosi impianti presenti nella Valle, arrivando rapidamente a quote superiori i tremila metri e raggiungendo in maniera agevole le mete in programma. Un programma molto accurato, organizzato nei minimi dettagli, in modo da poter ottimizzare i percorsi, come sempre diversificati per consentire al maggior numero di Soci di partecipare alle escursioni secondo le proprie capacità.

Uno scatto delle Dolomiti catturato durante una delle escursioni organizzate nell’ambito del trekking a Canazei

Nonostante molti già conoscessero le magnifiche vette delle Dolomiti, patrimonio UNESCO dal 2009, grande è stato l’entusiasmo nel trovarsi di fronte agli occhi e sopra la propria testa le montagne più belle e conosciute, magari frequentate in inverno per l’attività sciistica. Vette importanti oltre i tremila metri come Piz Boé del Gruppo Sella, il gigante de La Marmolada con i suoi 3.265 metri, la Via Ferrata delle Trincee, il giro dal Sassolungo al Sassopiatto.

Non solo fatica ma anche relax: gli escursionisti hanno infatti soggiornato nel centro di Canazei, in un prestigioso Hotel di fine Ottocento che ha visto passare la storia, essendo stato sede del Comando Austriaco durante la Prima Guerra Mondiale. Non sono mancati poi importanti spunti di riflessione offerti dalla salita alla Marmolada, con una visita al Museo della Grande Guerra, a contatto con gli oggetti rinvenuti proprio lì, testimonianze delle sofferenze delle popolazioni locali che sono state deportate e di coloro che hanno combattuto, molti con il sacrificio della propria vita. A conclusione, una divertente gita in mountain bike, un percorso di 48 km su pista ciclabile tra  boschi e prati verdeggianti, una giornata durante la quale è stato possibile rilassarsi dopo i giorni in montagna in cui sono necessari impegno e concentrazione.

Un’esperienza molto positiva che conferma le ottime capacità organizzative della Sezione e testimonia un importante coinvolgimento dei soci nella programmazione e realizzazione delle attività, basti pensare al fatto che il CAI di Aprilia conta più di 15 accompagnatori. Inoltre, i primi mesi dell’anno sono stati caratterizzati da oltre 730 presenze, molte delle quali abituali. Positiva anche la presenza di giovani in età dai 15 ai 35 anni, in crescita rispetto agli anni precedenti.

Tra le iniziative di maggiore successo ricordiamo la ciaspolata a Campo Felice del 12 febbraio, il viaggio in Val d’Orcia per il ponte del 25 aprile, il Cammino di San Francesco ad Assisi dal 2 al 4 giugno e l’incontro con l’alpinista Daniele Nardi del 17 febbraio.

Si riprende dunque a settembre con un programma ricco di appuntamenti aperti a tutti, a partire dal 9 – 10 settembre con il Monte Bolza (1.927 metri), una bellissima escursione lungo un percorso panoramico dal quale ammirare il maestoso Gruppo del Gran Sasso, a seguire l’incontro interregionale dei Gruppi CAI di Lazio, Abruzzo e Campania 16 – 17 settembre Fonte Cerreto, ai piedi del Gran Sasso e infine il 24 settembre si parte per raggiungere la vetta del Corno Piccolo, quota 2.655 metri. Le escursioni organizzate dal CAI di Aprilia prevedono sempre una doppia alternativa per gli escursionisti più esperti e per i meno esperti.

 

Potrebbero interessarti anche...